Il sito utilizza cookies propri e di terze parti. Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul sito.

10 tesi per 10 anni

laurea
In occasione dei dieci anni dalla sua nascita (20 giugno 2005), la Facoltà teologica del Triveneto in collaborazione con la Fondazione Antonveneta promuove un concorso fra gli studenti e le studentesse che hanno conseguito i titoli di baccalaureato e di licenza in Teologia oppure la laurea magistrale in Scienze religiose.
Lo scopo del concorso è quello di individuare e di segnalare dieci tesi ritenute più rappresentative della qualità dei percorsi di studi di Teologia e di Scienze religiose proposti dalla Facoltà.
I dieci studenti che risulteranno vincitori riceveranno – in occasione del dies academicus dell’anno 2016 – un buono libri del valore di € 250,00 e l’abbonamento per un anno a Studia patavina.

Annuario 2015-16

E' disponibile l'annuario accademico dell'anno 2015-16 con i programmi dei corsi e il calendario delle lezioni, in segreteria dal 21 agosto.

Il maestro di Papa Luciani

CopCarli 250Mercoledì 11 marzo 2015 ore 18.00

Lezione pubblica offerta a tutta la cittadinanza

Relatori: Menegolli Giorgia (autrice del libro) e don Claudio Centa (docente di Storia della Chiesa)

Leggi tutto: Il maestro di Papa Luciani

Dottorato don Mirko

Don Mirko Pozzobon, docente di sacra Scrittura nel Seminario gregoriano di Belluno, ha discusso venerdì 7 novembre nell’Urbe la sua tesi di dottorato sulla «Peshitta del secondo Libro di Samuele». La Peshitta è la versione siriaca dell’Antico Testamento, dell’importanza, nella chiesa alessandrina, pari alla vulgata di san Girolamo. La discussione si è protratta a lungo tra l’attenzione del collegio giudicante e dei numerosi astanti, tra cui il Vescovo di Belluno-Feltre, il preside dell’Istituto di scienze religiose don Rinaldo Ottone e molti sacerdoti diocesani amici di don Mirko. Al neodottore gli auguri da tutto l'Istituto!

Roma Università gregoriana dottorato don Mirko Pozzobon 2

Studio teologia perchè.....

"Studiare Scienze Religiose oggi è, secondo me, una scelta che va controcorrente perché presuppone l’uscire da logiche economiche per tornare ad investire nella persona e nella costruzione del mondo dal “di dentro”. Lo studio della teologia mi sta donando non solo un approfondimento della ricchezza della fede cristiana, ma anche una maggior comprensione dell’umano nelle sue molteplici sfaccettature. Spero che l’insegnamento diventi la mia professione e che tale formazione sfoci in un modo d’essere e di guardare al mondo che mi dia la possibilità di diventare una piccola risorsa per la comunità in cui vivo"

Michela Forlin 2° anno

P2090105 3